Ferimento minore

Lite non per
rivalità sportive

Proseguono le indagini relative all’accoltellamento del diciassettenne di Sant’Eufemia L.C., avvenuto venerdì sera. Restano intanto stazionarie le condizioni del giovane

Carabinieri

Il ferimento è avvenuto nella pineta comunale, a poche centinaia di metri dal campo di calcetto in cui si disputava la finale di un torneo organizzato
dall’oratorio di Sant’Eufemia. Pare che la rissa sia scaturita tra alcuni ragazzi di Sant’Eufemia e alcuni coetanei di Sinopoli. E non, appunto, per motivi calcistici, come hanno tenuto a precisare anche gli organizzatori. Si resta in attesa di procedere con un interrogatorio puntuale del giovane ferito, che potrà far luce sull’accadimento del fatto. E poi resta la “ricerca” di quanti, magari presenti per la partita, hanno assistito se non all’accol -
tellamento vero e proprio almeno all’inizio della rissa. In una rima fase, infatti, secondo quanto fin qui ricostruito, tra i giovani sono volati calci e pugni. Il 17enne è ricoverato in prognosi riservata presso gli ospedali Riuniti di Reggio: delle due ferite da taglio, infatti, quella che ha destato maggiori preoccupazioni è stata quella inferta al dorso (l’altra ha colpito L.C. al collo), che ha provocato un versamento polmonare. I sanitari hanno immediatamente optato per un drenaggio, scongiurando ogni tipo di intervento chirurgico. Il decorso stazionario fa certamente ben sperare, anche perché
il minorenne non ha mai rischiato la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi