PESCARA

Neri ucciso con due colpi

Esplosi a distanza ravvicinata, piccolo calibro. I carabineri continuano ad indagare sull'omicidio del giovane

Neri ucciso con due colpi

Due i colpi di pistola che, esplosi a distanza ravvicinata, hanno raggiunto Alessandro Neri, il 29enne di Spoltore trovato morto giovedì scorso in un canale alla periferia Sud di Pescara. Uno, mortale, alla testa e l'altro all'emitorace. Il primo proiettile è stato recuperato in sede di autopsia, ed ha chiarito che l'arma usata è di piccolo calibro. Lo ha rivelato il comandante provinciale dei carabinieri di Pescara, il colonnello Marco Riscaldati, in un incontro con i giornalisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi