MIGRANTI

Ong spagnola denuncia soprusi

Sarebbe stata sequestrata dai libici

foto gazzetta del sud

La ong spagnola Proactiva Open Arms ha fatto sapere tramite i suoi profili social di essere stata sequestrata per due ore da guardacoste libici in acque internazionali e costretta, sotto la minaccia delle armi a dirigersi in acque libiche. "Golfo Azzurro liberato naviga verso nord - scrive la ong nell'ultimo messaggio sui social -. Quasi due ore sequestrati sotto severe minacce e ordini dei guardacoste libici". La Proactiva, con sede a Barcellona, è una delle 5 ong che hanno aderito al codice di condotta voluto dal Viminale.

Nel primo messaggio, postato intorno alle 19, l'organizzazione scriveva che la nave "Golfo Azzurro si trova sotto sequestro in acque internazionale da guardacoste libici", precisando di essere stati "costretti a seguirli in acque libiche, minacciando di spararci se non eseguiamo gli ordini". Sul profilo twitter di Proactiva open arms si riporta di altri episodi di tensione con la Guardia costiera libica. In un video datato 9 agosto è registrata la conversazione tra i guardacoste e la Golfo Azzurro, durante la quale sono stati anche sparati dei colpi in aria. E' dal 2016 che la nave di Proactiva solca il Mediterraneo. Da allora ha salvato circa 18 mila persone. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi