roma

Chiusa l'inchiesta sulle nomine, la Raggi rischia il processo

Il sindaco potrebbe essere rinviato a giudizio con le accuse di falso e abuso d'ufficio per le promozioni di Romeo e del fratello di Marra

Troppo stress, la Raggi si prende una pausa

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, rischia il rinvio a giudizio per le accuse di falso e abuso d'ufficio. La procura di Roma ha chiuso le indagini, atto che di norma precede la richiesta di processo, per il cosiddetto 'pacchetto nomine'.

Alla Raggi è contestato l'abuso d'ufficio in relazione alla nomina di Salvatore Romeo a capo della segreteria politica, il falso per quella alla direzione Turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi