Terremoto

Ceriscioli: macchina
dell'emergenza perfetta

"Ha dimostrato grande capacità di reazione e si è mossa con ritmo serrato", ha detto il presidente della Regione Marche

Dopo la protesta i funerali ad Amatrice, non a Rieti

"La macchina dell'emergenza per il terremoto ha dimostrato grande capacità di reazione e si è mossa con ritmo serrato": lo ha detto il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, in Consiglio regionale. "Alle 4 del 24 agosto è stata potenziata la Sala operativa di Protezione civile, alle 6 sono state aperte le Soi, alle 7 i Coc, alle 7.30 si è svolta la prima riunione per fare il punto. La sera del primo giorno erano pronte le tende, le cucine, i pasti; nel giro di pochi giorni sono stata salvate le persone ed estratti i corpi delle 50 vittime, che sono state riconosciute nel giro di una settimana". "Ringrazio tutte le persone che si sono attivate - ha aggiunto - che hanno lavorato senza orario, una grande macchina che ha dato risposta di grande qualità". Il governatore ha ricordato "la vicinanza delle altre istituzioni, delle altre Regioni, l'invio dei volontari e di risorse economiche, il supporto del Governo centrale. Le istituzioni hanno dato un'immagine di grande coesione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto