VENEZIA

Si butta dal ponte di Rialto e "centra" taxi, in rianimazione

L'uomo, secondo quanto riferito dalla Polizia municipale intervenuta sul posto, è un marinaio che lavora in uno yacht ormeggiato alla Punta della Dogana.

Si butta dal ponte di Rialto e "centra" taxi, in rianimazione

Un cittadino neozelandese di 50 anni si trova ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Venezia dopo essersi buttato dal Ponte di Rialto e aver centrato un taxi acqueo che in quel momento stava passando in Canal Grande. L'uomo, secondo quanto riferito dalla Polizia municipale intervenuta sul posto, è un marinaio che lavora in uno yacht ormeggiato alla Punta della Dogana.

L'incidente è avvenuto a mezzanotte. L'uomo, secondo alcune testimonianze in preda ai fumi dell'alcol, si è gettato dal ponte ed è andato a sbattere contro il taxi acqueo, sfondandone il parabrezza. Il conducente del mezzo è rimasto illeso. L'uomo, che si sarebbe trovato in compagnia di un connazionale anche lui marinaio, è stato trasportato all'ospedale di Venezia; le sue condizioni sono molto gravi. La Polizia municipale lo ha indagato per attentato alla sicurezza dei trasporti. Soprattutto nei mesi estivi, complice le eccessive bevute, sono molti i turisti che si lasciano andare alla bravata, severamente vietata, di gettarsi dai ponti veneziani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi