MEDIO ORIENTE

M5S: " Se andremo al governo riconosceremo stato palestinese"

Di Maio: 'Quello che diciamo facciamo'. Di Stefano: "Un riconoscimento che ovviamente si deve basare sui confini del '67 e che deve comportare anche il ritiro dal Golan'.

M5S: " Se andremo al governo riconosceremo stato palestinese"

Quello che diciamo facciamo: se il M5S arriverà al governo, riconosceremo lo Stato di Palestina". Lo ha detto Luigi Di Maio in un incontro con i giornalisti italiani ad Hebron nella sede del Tiph (Temporary international presence in Hebron) di cui fa parte un contingente italiano di carabinieri. "E' un indirizzo politico - ha spiegato Di Maio che si trova in visita in Israele e Palestina a capo di una delegazione pentastellata - che avevamo all'opposizione e che quindi avremo anche in maggioranza".

"Un riconoscimento che ovviamente - ha aggiunto il capogruppo in commissione affari esteri alla Camera Manlio Di Stefano - si deve basare sui confini del '67 e che deve comportare anche il ritiro dal Golan. E' quello che diremo agli israeliani". Il tema è stato affrontato anche nell'incontro con il sindaco di Betlemme Vera Bahboun. Secondo Di Maio, il riconoscimento avrebbe un effetto trascinamento sulle altre nazioni europee. "Perché è la Ue - ha aggiunto - che deve avere un peso fondamentale nella questione, visto anche gli attori abituali si sono usurati"

Commenti all'articolo

  • felicerinorosel

    10 Luglio 2016 - 12:12

    Ci sarà poi un'inpedimento,naturalmente,non programmato e,come al solito,tutto si rimanderà sine die -

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi