ALESSANDRIA

Autista portavalori ucciso in rapina

A dare l'allarme è stata la ditta per cui lavorava perché il gps segnalava che il furgone era fermo da troppo tempo a Gabbiano, nell'Alessandrino.

Autista portavalori ucciso in rapina

Omicidio, sequestro di persona e rapina: sono queste le accuse dei carabinieri nei confronti di Giuseppe Sorrentino, napoletano di 59 anni, per la rapina finita nel sangue ad un furgone portavalori avvenuta ieri sera tra le province di Vercelli e Alessandria. La vittima, che era alla guida del portavalori, è Andrea Foglia, 37enne di Novi Ligure (Alessandria). L'uomo arrestato, un pregiudicato con numerosi precedenti, è stato fermato dai carabinieri a Tricerro (Vercelli), dopo un breve inseguimento, a bordo del furgone portavalori. Ai militari che lo hanno interrogato ha confessato di avere rapinato l'autista e, dopo una colluttazione, di averlo abbandonato in un fosso. Il corpo della vittima è stato ritrovato dai carabinieri in un'area boschiva del Comune di Gabiano, in provincia di Alessandria, con ferite alla testa inferte con un corpo contundente. L'uomo lavorava per la ditta alessandrina Ferrari Srl, operante nel settore del noleggio di apparecchi pubblici da gioco. La refurtiva, quasi 7.500 euro, è stata recuperata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi