SUPER TUESDAY

Trump e Clinton
vedono la nomination

Nel Nordest tycoon pigliatutto. Poker Clinton. A Sanders solo il Rhode Island.

Trump e Clintonvedono la nomination

Donald Trump e Hillary Clinton si sentono ormai la nomination in tasca dopo il supertuesday in cinque Stati del nordest americano: Connecticut, Delaware, Maryland, Pennsylvania e Rhode Island. Il tycoon ha fatto subito l'en plein, con percentuali intorno al 60% che gli hanno permesso di fare man bassa di delegati, umiliando sia il senatore Ted Cruz che il governatore dell'Ohio John Kasich. L'ex segretario di Stato ha fatto poker lasciandosi sfuggire il piccolo Rhode Island, conquistato da Bernie Sanders, ma ai fini del numero dei delegati, attribuiti in modo proporzionale, cambia poco. Ormai entrambi i frontrunner si stanno avvicinando al numero magico per strappare la nomination al primo voto e gia' guardano al loro duello personale.

"È andata, per quanto mi riguarda è andata, mi considero il presunto candidato" repubblicano, ha commentato il magnate nella sua Trump Tower dopo aver partecipato al Gala che celebra le 100 persone più influenti del mondo secondo Time, classifica in cui anche lui è stato incluso. «Vinceremo al primo voto», ha assicurato. "Batteremo Hillary facilmente", ha promesso dopo averla attaccata in modo aggressivo. "Tornero' a Filadelfia con la maggioranza dei voti e dei delegati vincolati, uniremo il nostro partito per vincere queste elezioni", ha promesso Hillary, che spera nel futuro sostegno di Sanders.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi