SVOLTA

Berlusconi: "Mi ritiro,
non sarò più premier "

Via libera ad Alfano e giovani contro rischio deriva sinistra.

Angelino Alfano e Silvio Berlusconi
"Preferisco fare un passo indietro per le stesse ragioni d'amore che mi spinsero a muovermi" nel '94. Cosi' Silvio Berlusconi annuncia il ritiro della propria candidatura a Premier aprendo alle primarie del Pdl. Entro dicembre, aggiunge, "sapremo chi sarà il mio successore".

"La continuità con lo sforzo riformatore cominciato diciotto anni fa è in pericolo serio. Una coalizione di sinistra che vuole tornare indietro alle logiche di centralizzazione pianificatrice che hanno prodotto la montagna del debito pubblico e l'esplosione del paese corporativo e pigro che conosciamo, chiede di governare con uno stuolo di professionisti di partito educati e formati nelle vecchie ideologie egualitarie, solidariste e collettiviste del Novecento". Lo afferma in una nota il leader del Pdl, Silvio Berlusconi che, dopo aver annunciato la propria rinuncia a candidarsi premier, sottolinea che "sta al Popolo della Libertà, al segretario Angelino Alfano, e a una generazione giovane che riproduca il miracolo del 1994, dare una seria e impegnativa battaglia per fermare questa deriva". (ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi