PAKISTAN

Kamikaze al parco giochi
strage di cristiani, 72 morti

I talebani Jamatul Ahrar rivendicano la strage. S.Sede: 'Papa prega, strage orribile'. Arrestati fratelli del kamikaze.

Kamikaze al parco giochistrage di cristiani, 69 morti

E' salito a 72 il numero delle vittime e a 320 quello dei feriti causati dall'azione di un kamikaze ieri pomeriggio in un parco di Lahore, nel Pakistan centrale, dove si erano raccolte molte persone di religione cristiana per celebrare all'aperto e in famiglia la festività pasquale. Confermando il bilancio, un responsabile del governo della provincia del Punjab a detto alla tv Express News che "le operazioni di soccorso sono ancora in pieno svolgimento". Fra le vittime una trentina sono bambini, che nel momento dello scoppio utilizzavano i giochi e le attrezzature sportive del Gulshan-e-Iqbal Park. Le autorità hanno indetto tre giorni di lutto, mentre polizia ed esercito cercano di risalire ai responsabili del movimento Jamat ul Ahrar che ha rivendicato l'attentato.

La polizia pachistana ha arrestato nelle ultime ore 15 persone nell'ambito delle indagini sull'attentato che ieri a Lahore ha causato la morte di 72 persone, prevalentemente cristiani, ed il ferimento di altre 320. Lo riferisce oggi Geo Tv. Fra gli arrestati, si è appreso, vi sono anche tre fratelli del giovane kamikaze che si è fatto esplodere fra le famiglie che trascorrevano la Pasqua nel Gulshan-e-Iqbal Park della città. L'attentatore suicida è stato identificato come Yousuf, 28 anni, figlio di Ghulam Farid e residente nel distretto di Muzzafargarh. Intanto il premier pachistano Nawaz Sharif è giunto a Lahore per visitare i feriti e seguire personalmente le indagini. (A.A.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi