USA

Ucciso numero due del califfato

Si tratta di "un terrorista noto, fin dai suoi legami con al Qaida" e "uno dei tre obiettivi di maggiore valore" nella lotta allo Stato Islamico.

Ucciso numero due del califfato

Il capo del Pentagono, Ash Carter, ha confermato l'uccisione in una operazione Usa di uno dei leader dello Stato Islamico, considerato il "ministro delle Finanze" dell'Isis. Si tratta di "un terrorista noto, fin dai suoi legami con al Qaida" e "uno dei tre obiettivi di maggiore valore" nella lotta allo Stato Islamico. Carter ha inoltre sottolineato che gli Stati Uniti sono "impegnati piu' che mai al fianco dell'Europa. I nostri nemici sono gli stessi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi