terrorismo

Nuovo arresto a Bruxelles
In Italia controlli ai caselli

Una persona è stata arrestata a Schaerbeek in un blitz della polizia belga. L'uomo, contrariamente a quanto trapelato in un primo momento attraverso i media locali, non è il super ricercato Mohamed Abrini, complice di Salah Abdeslam.

Nuovo arresto a Bruxelles In Italia controlli ai caselli

 Il sospetto fermato e ferito alle gambe a Schaerbeek sarebbe un 'pesce grosso', una figura rilevante.

La procura federale belga conferma che il secondo kamikaze dell'aeroporto di Zaventem è Najim Laachraoui, precisando che "in base al Dna la procura è in grado di confermarlo". Lo riporta il sito del quotidiano Le Soir.

L'attivazione di "mirati e frequenti posti di blocco", nonchè "l'intensificazione dei controlli su strade e autostrade, soprattutto in prossimità di caselli, barriere e snodi stradali maggiormente congestionati".Lo prevede una circolare inviata in seguito agli attacchi di Bruxelles dal capo della polizia, Alessandro Pansa, a prefetti e questori, per invitarli a predisporre ogni misura anche di "soccorso tecnico e sanitario,per gestire efficacemente eventuali emergenze". Lo stato di allerta 2, si sottolinea, comporta "una fase di pre allarme per probabili o imminenti atti terroristici".

Il responsabile americano della Difesa ha identificato il leader dell'Isis eliminato in un'operazione Usa come Haji Imam ed ha affermato che si tratta del "secondo in comando" del Califfato. Carter non ha rivelato se l'operazione si stata sferrata in Iraq o Siria, così come - rispondendo a domande dei giornalisti - non ha confermato specifici legami con i fatti di Bruxelles. Il capo del Pentagono ha tuttavia sottolineato che "non ci sono dubbi" sul fatto che i personaggi nel mirino delle operazioni Usa "facciano parte di quell'apparato in Siria e Iraq che lavora per reclutare e addestrare" per l'Isis. Si tratta, ha rimarcato Carter, della seconda figura di spicco dell'Isis eliminata in operazioni americane nell'ultimo mese. Il riferimento e' all'uccisione all'inizio del mese in Siria di Omar al-Shishani, definito il "ministro della Guerra" dello Stato Islamico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi