aja

40 anni a Karadzic
per genocidio

Radovan Karadzic, ex leader politico dei serbi di Bosnia, è stato condannato a 40 anni dopo essere stato riconosciuto colpevole di 10 capi d'accusa per crimini contro l'umanità, crimini di guerra e il genocidio di Srebrenica.

40 anni a Karadzic per genocidio

 E' il verdetto del Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi). Il tribunale lo ha assolto da uno dei due capi d'accusa per genocidio.

Radovan Karadzic, ex leader politico dei serbi di Bosnia, è colpevole per la campagna di bombardamenti e assedio della città di Sarajevo. Lo ha stabilito il Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi) che sta leggendo la sentenza. Il Tpi ha stabilito inoltre che Karadzic è "penalmente responsabile" per omicidio, attacco ai civili e di aver terrorizzato Sarajevo nei 44 mesi di assedio della città.  Karadzic, è stato invece giudicato "non responsabile" del primo dei due capi d'accusa di genocidio a suo carico. Il giudice O-Gon Kwon ha osservato che il Tribunale non ha potuto stabilire che Karadzic avesse "l'intento genocida di distruggere un gruppo" malgrado il fatto che siano stati compiuti crimini di massa nei sette comuni bosniaci, nel 1992, oggetto della sentenza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi