differenziata

Raccolta vetro,
al nord il triplo del sud

La raccolta differenziata del vetro in Italia continua ad aumentare ed arriva al 77%. Anche se il Paese viaggia a due velocità, con il Nord all'avanguardia e il Sud che arranca.

Porta a porta, in arrivo i contenitori

 E lo stesso vale per il riciclo, che in Italia è in media il 70,3%, e dove il Sud rimane fanalino di coda con 358.719 tonnellate contro 1.038.734 del Nord; la Lombardia da sola raccoglie più di tutto il meridione ,con 399.343 tonnellate. Questo quanto emerge dal rapporto 'Il riciclo del vetro e i nuovi obiettivi europei per la circular economy', realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile per conto di Assovetro (l'Associazione nazionale degli industriali del vetro aderente a Confindustria). In Italia nel 2014 il riciclo pro-capite degli imballaggi è stato in media di 26,6 Kg per abitante. La suddivisione geografica vede in testa il Nord con 34,9 Kg a testa, a seguire il Centro con 24,6 Kg e il Sud con 16,6 Kg. Il tasso di riciclo al Nord ha toccato il 73% contro il 54,9% del Sud. Per raggiungere gli obiettivi del pacchetto Ue sull'economia circolare il riciclo pro-capite dovrà arrivare a 28,4 kg nel 2025 e a 32,2Kg nel 2030. Lo scarto di circa 7 punti tra raccolta differenziata (77%) e tasso di riciclo (70,3%): si tratta di una parte di vetro che non entra a far parte dell'economia circolare. Principalmente per colpa del peggioramento della qualità media della differenziata. Per esempio il metodo di raccolta della 'campana' è al primo posto per efficienza (il 96% viene riciclato), mentre il contenitore stradale misto per vetro, metallo e plastica è ultimo (viene riciclato il 65%). Grazie al riciclo si riduce l'uso di risorse naturali (oltre 3 milioni di tonnellate nel 2014) e si tagliano le emissioni di CO2 per quasi 1,9 milioni di tonnellate. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi