FUNERALI DI REGENI

Il commosso saluto della madre

Poche le corone e i cuscini di fiori, tra i quali quello dell'Ambasciata d'Italia e dell'Università di Cambridge per il funerale del ricercatore ucciso al Cairo

Il commosso saluto della madre

Ultimo addio oggi al ricercatore ucciso al Cairo, Giulio Regeni. Gremita la palestra per il funerale a Fiumicello. Poche le corone e i cuscini di fiori, tra i quali quello dell'Ambasciata d'Italia e dell'Università di Cambridge.

L' amministrazione comunale ha studiato l'organizzazione nel dettaglio, ribadendo la volontà dei genitori di Giulio, Paola e Claudio: nessuno porti vessilli, bandiere, simboli di organizzazioni, né macchine fotografiche o telecamere. Insomma, che non si tratti di una passerella, che ognuno venga in quanto individuo e in quanto persona toccata da questa tragedia di così immane atrocità.

I circa mille posti a disposizione sistemati nella palestra sono già tutti occupati da oltre un'ora, ad esclusione di un settore centrale destinato ai parenti ed agli amici più stretti di Giulio. Un coro ha intonato alcuni inni, poi si e' fermato in attesa dell'arrivo del feretro 

All'esterno della palestra almeno altrettante mille persone sono in attesa e, comunque, non potrebbero entrare per mancanza di posti all'interno. Il servizio d'ordine e' particolarmente rigoroso ma anche discreto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi