Camorra

Napoli, un arsenale
dietro l'altare

Sette pistole e oltre 250 cartucce sono state scoperte e sequestrate dal nucleo radiomobile dei carabinieri di Napoli nella chiesa Maria SS degli Angeli di Miano.

Napoli, un arsenale
dietro l'altare
Sette pistole e oltre 250 cartucce sono state scoperte e sequestrate dal nucleo radiomobile dei carabinieri di Napoli nella chiesa Maria SS degli Angeli di Miano, quartiere della città confinante con Scampia e Secondigliano, dove e' in atto una faida tra gli 'Scissionisti' e i cosiddetti 'girati' del gruppo di via Vanella Grassi. Le armi sono state individuate dai militari in una intercapedine dietro l'altare.

Durante una perquisizione in una comunita' di recupero vicina alla chiesa i carabinieri hanno trovato e sequestrato 150 grammi di marijuana e materiale per confezionarla e per immetterla sul mercato dello spaccio. Un detenuto agli arresti domiciliari in una stanza della comunita' e' stato trovato in possesso di un bilancino di precisione e di 40 grammi di anfetamina. L'uomo, Cortese Luca, 30 anni, e' stato arrestato. Su un monitor nella sua stanza, grazie a una telecamera a infrarossi orientata verso l'ingresso, sorvegliava gli accessi al centro (l'impianto e' stato sequestrato). Un altro detenuto agli arresti domiciliari nel centro, Francesco Comune, 36 anni, e' stato trovato in possesso delle chiavi di accesso alla chiesa ed e' stato arrestato. Le pistole sono state inviate al RACIS di Roma per verificare se siano state utilizzate per compiere azioni criminali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi