Rohani a Roma

Il misterioso caso
delle statue coperte

Il ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, la definisce una "scelta incomprensibile". La Sovrintendenza capitolina: decisione presa da Palazzo Chigi

Il misterioso caso delle statue coperte

Diventa un giallo la copertura delle statue dei Musei capitolini, in occasione della visita a Roma del presidente iraniano Hassan Rohani. Il ministro per i beni culturali, Dario Franceschini, la bolla come una "scelta incomprensibile": "Penso - spiega -  che ci sarebbero stati facilmente altri modi per non andare contro alla sensibilità di un ospite straniero così importante. Non era informato né il presidente del Consiglio - conclude - né il sottoscritto di quella scelta di coprire le statue".

La Sovrintendenza capitolina ai beni culturali, però, smentisce un suo ruolo nella decisione: "Dovete chiedere a Palazzo Chigi - dice - e la misura non è stata decisa da noi, è stata un'organizzazione di Palazzo Chigi non nostra".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi