BORSE

Milano negativa, stop per sei banche

Dopo aver toccato un rialzo del 2,5%, istituti falliscono rimbalzo. Asia positiva dopo il pil della Cina. Si scommette su nuove misure di stimolo.

Milano negativa, stop per sei banche

Piazza Affari azzera i rialzi dell'avvio mentre continua ad aumentare il numero delle banche in asta di volatilità. Il Ftse Mib, dopo aver toccato un rialzo massimo del 2,57%, cede lo 0,05%. Sono sei gli istituti congelati: Banco Popolare, che segna un ribasso teorico dell'8,37%, Mps (-7,25%), Bper (-5,23%), Unicredit (-5,33%), Bpm (-3,61%) e Ubi Banca.

Seduta positiva per le borse asiatiche nonostante il dato sul pil cinese, cresciuto nel 2015 alla velocità più bassa degli ultimi 25 anni. In luce i listini di Shanghai (+3,2%, sopra quota 3 mila punti) e Shenzhen (+3,6%) sulla scommessa che la frenata dell'economia spingerà il governo a varare nuove misure di stimolo. Più contenuti i rialzi delle altre borse, con Hong Kong che sale dell'1,6%, Tokyo che ha chiuso in rialzo dello 0,55%, Seul dello 0,6% e Sydney dello 0,9%.

Nel corso del 2015 l'economia cinese è cresciuta del 6,9%, nonostante un ulteriore rallentamento nel quarto trimestre (+6,8%, meno del 6,9% atteso dagli economisti). A dicembre la produzione industriale ha contratto il suo tasso di crescita (+5,9%, contro una previsione di +6%), assieme alle vendite al dettaglio (+11,1% contro un +11,3% atteso). Deludenti anche gli investimenti in immobilizzazioni (+10%, contro stime di un +10,2%).

Brent risale da minimi 12 anni, sopra 29 dollari - Dopo il crollo registrato ieri con la fine delle sanzioni in Iran, lieve rimbalzo per le quotazioni del petrolio con il brent che torna sopra quota 29 dollari a 29,10 dollari al barile. Recupera anche il Wti del Texas con i contratti con scadenza a febbraio che vengono scambiati a 29,54 dollari.

Euro in lieve calo sul dollaro a 1,0866 - Euro in lieve calo sul dollaro in avvio di giornata 1,0866. Lo yen è a quota 128,17.

Oro poco mosso a 1.088 dollari dopo dati Cina - Oro poco mosso sui mercati asiatici dopo i dati sulla crescita della Cina. Il metallo con consegna immediata viene scambiato a 1088 dollari l'oncia con un rialzo dello 0,1%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi