Terrorismo

Omaggio solenne
alle vittime di Parigi

Nel cortile degli Invalides cerimonia dedicata a chi ha perso la vita negli attentati del 13 novembre. Presenti Hollande e Sarkozy

Omaggio solennealle vittime di Parigi

Con il centro di Parigi bloccato, il capo dello stato, Francois Hollande, ha fatto il suo arrivo nel cortile degli Invalides per la cerimonia di omaggio alle vittime degli attentati terroristici del 13 novembre. Il governo e le massime cariche dello stato sono schierate nella tribuna nelle prime file, tutti in piedi. Dietro di loro, con l'ex presidente Nicolas Sarkozy, l'opposizione.

Marsigliese a Invalides, silenzio, poi Jacques Brel - Francois Hollande, da solo, volto grave, in silenzio davanti alla tribuna delle autorità e di fronte alla tribuna dei familiari delle vittime: questa l'immagine dell'inizio della cerimonia solenne agli Invalides. Il silenzio è stato rotto dalle note di "Quand on n'a que l'amour" (Quando si ha solo l'amore) di Jacques Brel, eseguita dalle cantanti Yaël Naïm, Nolwenn Leroy e Camélia Jordana, mentre sul maxischermo scorrevano le foto delle 130 vittime.

Tricolori alle finestre oggi in Francia per l'omaggio solenne ai 130 morti e ai 350 feriti degli attentati del 13 novembre a Parigi e Saint-Denis. Presiede la cerimonia agli Invalides il capo dello stato Francois Hollande, rientrato da Mosca, ultima tappa della sua maratona diplomatica per rinsaldare la coalizione anti-Isis. Nella solennità del momento, prende però forma la contestazione di alcune famiglie di vittime che hanno rifiutato l'invito, denunciando l'assenza di "decisioni forti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi