Attentatore in fuga

Il nuovo look di Salah:
occhialoni e parrucca

Sarebbe stato visto aggirarsi per le strade di un quartiere alla periferia di Bruxelles, a bordo di un'auto di marca francese

Il nuovo look di Salah:occhiali nerd e parrucca

Salah Abdeslam sarebbe stato visto aggirarsi ieri sera nelle strade di Anderlecht, un quartiere alla periferia di Bruxelles, a bordo di un'auto di marca francese. Lo riporta la Derniere Heure secondo cui, a seguito dell'allarme, tutti i poliziotti in servizio hanno ricevuto l'ordine di restare operativi e l'Università ULB, dove era in corso una festa, è stata evacuata. Inoltre è stata pubblicata una foto del presunto Salah, che per camuffarsi indosserebbe occhialoni neri e un cappello da rapper.

Secondo gli investigatori francesi, che hanno diffuso un nuovo identikit alle polizie europee, Salah Abdeslam si è camuffato e usa un altro nome: Yassine Baghli. Lo sostengono Stando a quanto riporta 'el Mundo' - che cita fonti dell'antiterrorismo spagnole - il nuovo 'look' di Salah comprende occhiali da 'nerd' e una parrucca.

Abdelhamid Abaaoud ha preso la metro subito dopo gli attacchi. Il terrorista ucciso nel blitz dell'altro ieri era stato filmato dalle telecamere della videosorveglianza alla stazione Croix-de-Chavaux, sulla linea 9, a Montreuil, il comune alle porte di Parigi dove venne ritrovata la Seat nera carica di kalashnikov. Erano le 22:14. Secondo BFMTV, due telecamere della videosorveglianza lo filmano mentre passa, senza aver pagato il biglietto, i tornelli del metro. E' a circa cinquecento metri da questa stazione della frequentatissima (e lunghissima) linea 9 - che collega l'est e l'ovest della capitale, da Montreuil a Pont de Sèvres - che è stata ritrovata la Seat nera della morte, quella usata per gli assalti ai tavolini di bar e ristoranti. Questo potrebbe lasciare pensare che il jihadista belga potesse essere presente a bordo dell'auto durante il massacro e che una volta parcheggiato abbia ripreso la metropolitana.

"Senza dubbio per tornare fino all'appartamento di Saint-Denis", scrive Le Parisien, riferendosi al covo dove è morto durante l'assalto delle teste di cuoio. Venerdì 13, la mattanza della Seat nera contro i clienti del bar Le Carillon e del ristorante Le Petit Cambodge cominciò alle 21:25. Sempre con l'auto nera i terroristi insanguinano altri locali della capitale, in particolare, la Bonne Bière, la Belle Equipe e il ristorante Casa Nostra. L'auto con i fucili d'assalto venne ritrovata il giorno dopo, sabato. Per ora è certo che nel commando della Seat ci fosse Brahim Abdeslam, il kamikaze che si è fatto esplodere al ristorante Comptoir Voltaire nonché il fratello Salah Abdeslam ancora in fuga dopo aver chiamato nella notte due amici per farsi venire a prendere. Questi sono in stato d'arresto a Bruxelles. Ma di Salah si è persa ogni traccia. L'uomo sarebbe stato visto in diversi locali gay di Bruxelles a fine ottobre, secondo quanto scrive la Libre Belgique, riportando fonti esclusive. Secondo il quotidiano belga, l'ipotesi è che abbia passato in quei locali diversi serate, assieme al fratello kamikaze Brahim, per rubare portafogli alla ricerca di carte d'identità da falsificare. In Belgio le carte d'identità hanno una pulce elettronica molto difficile da contraffare. Nei locali gay, spiega il giornale, è più facile rubare per via dei minor controlli, e in quel periodo sono stati denunciati diversi furti avvenuti proprio nei locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi