Senato

Manca chi presiede
seduta sospesa

Pare che sia la prima volta che succeda nella storia del Senato della Repubblica: stamane la seduta della mattina è stata sospesa perché mancava chi doveva presiederla. Erano in discussione le mozioni sulla violenza contro le donne, ma dopo il turno previsto della senatrice Emma Bonino, la presidenza è rimasta scoperta.

Manca chi presiede
seduta sospesa

Pare che sia la prima volta che succeda nella storia del Senato della Repubblica: stamane la seduta della mattina è stata sospesa perché mancava chi doveva presiederla. Erano in discussione le mozioni sulla violenza contro le donne, ma dopo il turno previsto della senatrice Emma Bonino, la presidenza è rimasta scoperta.

La situazione di un'Aula senza presidente si 'e verificata per il ritardo, non previsto, del presidente di turno, Domenico Nania. Per ovviare alla situazione e' salita al banco della presidenza la vicepresidente Rosi Mauro che ha presieduto fino a che non è dovuta andar via perché decollava l'aereo a Fiumicino. La situazione si è normalizzata dopo una mezz'ora, quando è arrivato in Aula il presidente del Senato, Renato Schifani, con cui ha protestato la capogruppo del Pd, Anna Finocchiaro, che ha parlato di una "cosa gravissima" e l'ex ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi.

Schifani dopo che in aula è esplosa una protesta per l'interruzione dei lavori, ha assicurato: "Assumerò doverosamente l'impegno di acquisire tutti i dati necessari una corretta informazione su quanto accaduto, ma voglio dire che in ogni caso un fatto è certo: che l'interruzione dei lavori di una aula parlamentare, per l'assenza di chi la deve presiedere, è un fatto increscioso. Faro un'istruttoria e poi riferirò all'aula e alla capigruppo".

Tutti i gruppi sono stati concordi nel ritenere l'accaduto "un fatto inaudito e grave" e hanno chiesto "spiegazioni" sul comportamento della vicepresidente Rosy Mauro che per un quarto d'ora ha presieduto l'Aula in sostituzione di Domenico Nania, che era di turno ma ha avuto problemi a raggiungere Palazzo Madama da Catania. Rosy Mauro ha potuto 'tamponare' fino alle 12 e poi a lasciato lo scranno presidenziale, perché doveva correre all' aeroporto. Schifani, dopo aver riconosciuto la "gravità" dell' interruzione ha assicurato la sua presenza fino a fine lavori della seduta mattutina. "Credo sia la prima volta che questo accada" ha detto tra gli altri, in Aula, il senatore dell' Idv Elio Lannutti mentre i funzionari del Senato che presiedono i lavori dell' Assemblea concordano sul fatto che "non si ha memoria di interruzione dei lavori" per un contrattempo dovuto all' assenza del presidente di turno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi