380mila interessati

Immigrati, al via
la regolarizzazione

Parte domani la procedura per la regolarizzazione dei lavoratori stranieri in nero. Per accedervi, i datori di lavoro dovranno versare un contributo di mille euro per ogni dipendente presente in Italia ininterrottamente almeno dal 31 dicembre 2011.

Immigrati, al via
la regolarizzazione

Parte domani la procedura per la regolarizzazione dei lavoratori stranieri in nero. Per accedervi, i datori di lavoro dovranno versare un contributo di mille euro per ogni dipendente presente in Italia ininterrottamente almeno dal 31 dicembre 2011. Le operazioni termineranno il 15 ottobre e la Fondazione Leone Moressa ha stimato in 380mila la potenziale platea di lavoratori stranieri irregolari che potrebbero usufruire di questa opportunità. Di questi, 118 mila (31,1% del totale) in Lombardia. 

 

Il sito del ministero dell'Interno

 

Coinvolti prevalentemente colf e badanti (111 mila). "La stima di 380 mila lavoratori - precisano i ricercatori della Fondazione - corrisponde alla potenziale platea da regolarizzare, ma è ipotizzabile, proprio per le caratteristiche di questa sanatoria, che la cifra possa essere inferiore. Il costo dell'emersione infatti (che prevede, oltre al contributo di 1.000 euro per ciascun lavoratore, anche il pagamento delle somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale per almeno sei mesi) potrebbe costituire un forte deterrente per i datori di lavoro (aziende e famiglie) che, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, dovrebbero sborsare cifre piuttosto ingenti per regolarizzare la propria manodopera extracomunitaria". Per ovviare a quest'onere, secondo gli esperti, "non è da escludere il ricorso ad un compromesso tra le parti, che vede il lavoratore extracomunitario contribuire a parte delle spese della regolarizzazione. Proprio per i costi elevati che tale procedura prevede, è possibile che la richiesta di emersione avvenga in un settore diverso da quello in cui l'immigrato è effettivamente occupato: regolarizzare, infatti, una colf o badante è nettamente meno oneroso di quanto possa esserlo un altro lavoratore, con il rischio che tale sanatoria riguardi ancora quasi esclusivamente l'emersione del lavoro domestico".

____________________

Ecco le informazioni su interni.it

 

Decreto Emersione 2012

Si comunica che a partire dalle ore 8.00 del 15 settembre 2012 saranno disponibili per la compilazione i moduli EM-DOM e EM-SUB atti a dichiarare l'emersione dal lavoro irregolare domestico o subordinato ai sensi dell'art.5 del decreto legislativo n.109 del 16 luglio 2012.
A tal fine il sistema consente di inviare le domande tramite la compilazione dei:
  • Modello EM-DOM: Dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare domestico o di assistenza alle persone ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo n.109 del 16 luglio 2012.
  • Modello EM-SUB: Dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare subordinato ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo n.109 del 16 luglio 2012.
I moduli saranno disponibili fino a tutto il 15 ottobre 2012.

Decreto flussi stagionali 2012

Si comunica che a partire dalle ore 8:00 del 21 marzo 2012 saranno disponibili per la compilazione i moduli (C e BPS) per le istanze di nulla osta al lavoro previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 marzo 2012, concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari stagionali nel territorio dello Stato per l'anno 2012. I moduli saranno disponibili fino a tutto il 31 dicembre 2012. L'invio delle istanze sarà, invece, possibile dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del citato D.P.C.M. Per informazioni di dettaglio circa la compilazione si rinvia alle istruzioni disponibili nelle pagine dei moduli stessi.

Accordo di Integrazione.

Si informa che dal 10 marzo 2012 lo straniero che ha sottoscritto un accordo di integrazione puo' visualizzare lo stato dell'accordo sottoscritto ed eventualmente modificare i soli dati del recapito. Inoltre è disponibile un modello telematico di comunicazione dei dati del nucleo familiare (modello CNF) attraverso cui lo straniero, successivamente all'inoltro della domanda di nulla osta del datore di lavoro, puo' inviare i dati del proprio nucleo familiare al sistema Accordo al fine di integrare le informazioni necessarie alla sottoscrizione dell'Accordo di Integrazione. Per ulteriori chiarimenti si rimanda al documento "Accordo Integrazione" disponibile nella sezione "Trova Subito - Manuale".


ATTENZIONE

Avviso per la compilazione delle Comunicazioni Stagionali Pluriennali (modello CSP)

Si informa che dal 4 gennaio 2012 è disponibile un modello telematico di comunicazione (modello CSP), attraverso cui il datore di lavoro può esprimere la volontà di confermare l'assunzione del lavoratore stagionale per il quale sia già stato presentato negli anni precedenti il relativo Modello C e sia stato ottenuto il nulla osta pluriennale. Tale conferma potrà essere inviata indipendentemente dalla pubblicazione del decreto flussi per lavoro stagionale, in quanto la quota risulta essere già stata assegnata sulla base del decreto flussi per lavoro stagionale del primo anno.

Nella compilazione dei moduli CSP, nel campo "numero assicurata" è necessario inserire il relativo codice (es: 06123099555-3) omettendo il segno "-" (es:061230995553).




Richiesta di partecipazione al test di conoscenza della lingua italiana ai fini del rilascio del Permesso di Soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

La richiesta di prenotazione al test va presentata dagli stranieri in possesso dei requisiti per richiedere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Gli stranieri che presentano richiesta di aggiornamento del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo non devono sostenere il test di italiano e pertanto non devono presentare la relativa domanda.

Dal 9 dicembre sono disponibili i moduli per la richiesta di partecipazione al test di conoscenza della lingua italiana ai fini del rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Le Prefetture gestiranno il procedimento e invieranno i risultati alle Questure

Per la compilazione e l'invio, è necessario accedere nella propria area riservata.



 

Domande di nulla osta al lavoro e al ricongiungimento familiare

Il servizio consente di inviare domande di nulla osta per le seguenti tipologie di richieste:
  1. Nulla Osta per ricongiungimento familiare ( Art. 29 D.Lgs. n. 286/98)
  2. Nulla Osta al lavoro in casi particolari ( Art. 27 D.Lgs. n. 286/98)
  3. Nulla Osta all' ingresso e soggiorno per ricerca scientifica ( Art. 27 ter D.Lgs. n. 286/98)
  4. Rilascio della Carta blu UE per lavoratori altamente qualificati ( Art. 27-quater D.Lgs. n. 286/98)
  5. Conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro subordinato o autonomo ( Art. 14 comma 5 D.P.R. n. 394/99)
  6. Nulla Osta al lavoro subordinato per soggiornanti di lungo periodo nella Unione Europea


CHIARIMENTI IN MERITO ALLA COMPILAZIONE DEI MODULI

Chiarimenti in merito ai cittadini della Repubblica delle Filippine

Come disposto dalla circolare N.4 prot. 1218 del 24/01/2011 del Dipartimento per gli affari interni e territoriali - Direzione Centrale per i servizi demografici, con la quale sono state indicate le modalità relative all'iscrizione anagrafica e alla registrazione del nome e del cognome dei cittadini della Repubblica delle Filippine ed alla luce dei chiarimenti forniti dalla competente Ambasciata, i cittadini della Repubblica delle Filippine dovranno compilare il modulo senza alcun riferimento al nome di mezzo, ad esempio: un cittadino con il seguente nome: Pedro (nome), Santos (nome di mezzo), Cruz (cognome), dovrà essere registrato nel seguente modo: Pedro (nome), Cruz (cognome).

Chiarimenti forniti dal competente Ministero degli Affari Esteri Egiziano

A seguito della comunicazione del Ministero degli Affari Esteri nr. 4516/259655 del 23/09/2011, alla luce dei chiarimenti forniti dal competente Ministero degli Affari Esteri egiziano, per le istanze relative ai cittadini di tale nazionalità, il modulo dovrà essere compilato avendo presente che nei passaporti di tale nazione l'ultimo dato presente è quello riferito al cognome dello straniero; ad esempio: un cittadino con il seguente nome:Mohamed Ahmed Mohamed Youssef Elcheick, dovrà essere registrato nel seguente modo: Mohamed Ahmed Mohamed Youssef (nome), Elcheick (cognome).

Avviso per la compilazione dei moduli.

In ottemperanza a quanto richiesto dal Ministero degli Affari Esteri, all'atto della compilazione dei moduli di domanda si raccomanda, nel caso in cui il beneficiario dell'istanza sia una donna coniugata di nazionalità senegalese, di non inserire nel campo del cognome la dicitura "EP". 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi