Campagna elettorale

Casini: Il futuro è Monti
Alfano: solo se si candida

Se qualcuno vuole ancora Monti alla guida del governo ''dovrà trovarlo sulla scheda'' perche' ''il sale della democrazia'' sta nel fatto che ''governa chi vince le elezioni''. Cosi' Angelino Alfano, da Cernobbio, a proposito dell'ipotesi di un Monti bis.

Casini: Il futuro è Monti
Alfano: solo se si candida

Se qualcuno vuole ancora Monti alla guida del governo ''dovrà trovarlo sulla scheda'' perche' ''il sale della democrazia'' sta nel fatto che ''governa chi vince le elezioni''. Cosi' Angelino Alfano, da Cernobbio, a proposito dell'ipotesi di un Monti bis.

"O si sospendono le prossime elezioni o dalle prossime elezioni non si potrà prescindere", ha detto Alfano, conversando con i giornalisti a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio. "Io ritengo che la democrazia abbia il suo sale nella celebrazione delle elezioni e nella consacrazione al governo di chi le ha vinte", ha sottolineato il segretario. "Ciò non toglie - ha aggiunto - l'importantissima funzione che Monti ha svolto e sta svolgendo per il paese: noi non abbiamo condiviso tutto quello che ha fatto, ma riconosciamo di non aver sbagliato nel sostenerlo".

Il segretario del Pdl ha risposto con un "Credo di sì"  ai cronisti che gli chiedevano se il nome di Silvio Berlusconi sarà sulla scheda elettorale nelle prossime elezioni.

"Alla fine della fiera non si può interrompere" il percorso di riforma della legge elettorale perché non si trova un'intesa in commissione: se c'é uno stallo "occorre andare in Aula". Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, incontrando la stampa a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio. Alfano ha ribadito che secondo il Pdl "va premiato il partito vincitore" con un premio ragionevole ma significativo. "Noi puntiamo - ha concluso - a restituire il diritto di scelta agli elettori". 

CASINI, PER NOI DOPO MONTI C'E MONTI - "Per noi dopo Monti c'é Monti. Il cammino non va interrotto, la strada è ancora lunga. Coraggio, incamminiamoci!". Così l leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini chiude il suo intervento alla festa del partito di Chianciano. "Ieri il Presidente del Consiglio ha detto che il suo orizzone finisce nel 2013.Mi permetto di contraddirlo!" . Con i tanti amici della società civile che sono venuti a questa festa con altri che si aggiungeranno vogliamo creare una lista per l'Italia. Più forti saremo più forti sarà l'Italia, al sicuro da ogni avventura che abbiamo già vissuto e che ci ha fatto smarrire la rotta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi