RIO DE JANEIRO

Rotta vertebra Neymar, Mondiali finiti

Dopo infortunio con Colombia. Un mese prognosi, necessario busto

Rotta vertebra Neymar, Mondiali finiti

 Quel pianto disperato dopo una ginocchiata nella schiena sferratogli da Zuniga non era una 'finta' come quelle con cui disorienta gli avversari. Il Mondiale brasiliano di cui Neymar avrebbe dovuto essere la principale stella finisce alle soglie della semifinale. Gli esami a cui il giocatore è stato sottoposto prima in una clinica privata e poi all'ospedale Sao Carlos di Fortaleza hanno evidenziato la frattura della terza vertebra lombare, e quindi l'impossibilità per il numero 10 del Brasile di continuare nel torneo iridato. Il giocatore ora indossa una 'cinta' protettiva e si è già unito ai compagni ripartiti verso il ritiro di Teresopolis. Da quanto fanno sapere fonti della Cbf, Neymar vorrebbe rimanere alla Granja Comary con i compagni di nazionale fino a quando continueranno la loro avventura mondiale. "E' una frattura, e non c'è assolutamente la possibilità che ora possa giocare - ha detto uno dei medici della Selecao, Rodrigo Lasmar - . C'è troppo poco tempo per recuperare da un problema del genere. Ora vedremo quale sarà l'esatta prognosi, intanto faremo altri esami, ovvero tutti quelli che riteniamo siano necessari". "Ora torna con noi e dovrà portare questa cinta - ha detto ancora il medico -, che serve per alleviare il dolore, e ci vorranno delle settimane prima che possa tornare. Ripeto che gli faremo altri esami, ma per la Coppa non si fa in tempo, il suo Mondiale è finito. Il ragazzo è molto triste e abbattuto, e in queste ore non ce la fa nemmeno a parlare per quanto si sente a pezzi. Dovete capirlo: ora c'è tutta questa attesa per la semifinale contro la Germania e lui, che ci teneva così tanto, non potrà esserci. Tutti sanno quanto 'Ney' volesse essere protagonista in questo torneo".(ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi