ROMA

Rosetti 'con Var calcio più giusto'

Responsabile progetto italiano a Undici: 'bilancio positivo'

Rosetti 'con Var calcio più giusto'

ROMA, 21 MAR - Con la Var "il calcio è più giusto" e gli arbitri "sono meno soli". Così Roberto Rosetti, responsabile italiano del progetto per la sperimentazione della videoassistenza, parla della "rivoluzione epocale". "Obiettivo: eliminare errori evidenti. La possibilità di un rewind su eventuali dubbi equivale a tornare indietro nel tempo permettendo di mutare gli eventi, ridando loro la giusta rotta" dice l'ex arbitro torinese. Per Rosetti "col Var il margine di errore e tutto ciò che ne consegue è ridotto, diminuito". Tracciando un bilancio dei primi mesi, Rosetti si dice "molto soddisfatto. Figc e Lega hanno mostrato lungimiranza e grande coraggio. Una sfida importante ma anche un cambiamento epocale. L'obiettivo è chiaro: un calcio più giusto. La percezione di giocatori e tifosi è positiva. Prima si discuteva di palloni entrati di un metro, ora di qualche cm di fuorigioco". Poi c'è un'altra "conseguenza importante: gli arbitri sono più sereni perché un amico e collega può dargli un aiuto, sono meno soli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi