ROMA

Sarri con Samp scalata una montagna

Tecnico Napoli, loro gli unici venuti qui a giocare.

Sarri con Samp scalata una montagna

ROMA, 23 DIC - "È stata una partita piena di episodi sfavorevoli per noi: un gol da 35 metri di una bellezza rara, un rigore contro e un'espulsione. Questo match poteva diventare una montagna impossibile da scalare e invece i ragazzi hanno reagito benissimo". Maurizio Sarri festeggia il Natale col primato che avvicina il titolo d'inverno per il suo Napoli, dopo il 3-2 al San Paolo con la Samp. "Nel primo tempo sia noi sia i nostri avversari abbiamo giocato su ritmi folli e nel secondo abbiamo mollato un pochino - dice a Mediaset Premium - come c'era da aspettarsi, ma c'è anche da dire che in difesa abbiamo sbagliato poco e siamo stati puniti tanto. La Sampdoria è l'unica squadra che è venuta a Napoli a giocare a calcio, c'è da fargli i complimenti. Hamsik? È un giocatore che non si può discutere, noi non lo abbiamo mai fatto: quel che ha fatto oggi è storico. Stasera c'è Juve-Roma. "Vederla? No, vedrò mia mamma, che non vedo da due mesi. E starò coi mie anche a Natale, anche se se fosse stato per me avrei fatto allenamento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando

Omicidio ad Asti,  vibonesi in carcere

Omicidio ad Asti,
vibonesi in carcere

di Marialucia Conistabile