ROMA

Messi, una follia non andare ai Mondiali

Il ct Sampaoli, ma Leo non deve la Coppa del mondo all'Argentina

Messi, una follia non andare ai Mondiali

ROMA, 11 OTT - Dall'Italia al Sudamerica, la frase è di questi tempi tanto estrema quanto ricorrente: "Non andare ai Mondiali sarebbe una catastrofe, un disastro, una follia" e via via incrociando le dita. Così, a pericolo scampato, l'ha proferita anche Leo Messi, eroe argentino di Quito in virtù della tripletta con cui - finalmente - ha preso l'Albiceleste per mano conducendola a Russia 2018 dalla porta principale. "Eravamo venuti in Ecuador con quest'obiettivo - ha proseguito il 31enne fuoriclasse blaugrana nella cui bacheca manca proprio la Coppa del mondo - Fortunatamente, abbiamo reagito subito allo svantaggio. Tutto questo, ad ogni modo, ci fa crescere molto: siamo più forti dopo un'esperienza (e uno spavento, ndr) così". Il ct Jorge Sampaoli è chiaramente soddisfatto, ma cerca di proteggere la sua stella, già scottata dalla finale persa a Brasile 2014. "Messi non deve un Mondiale all'Argentina - avverte - Casomai è il calcio a doverne uno a lui". "Non farò nessuna promessa", ha quindi chiarito il tecnico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi