ROMA

Calciatori aggrediti: Aic 'risposta forte'

Vicepresidente Calcagno: a Taranto superato ogni limite

Calciatori aggrediti: Aic 'risposta forte'

ROMA, 23 MAR - "Abbiamo superato ogni limite. Parleremo con tutti i rappresentanti delle 60 squadre e con i vertici della Lega Pro. In base a quello decideremo cosa fare per contrastare questo fenomeno''. Il vicepresidente Aic Umberto Calcagno interviene così sul gravissimo episodio di violenza ieri pomeriggio a Taranto dove, nei pressi dello stadio Iacovone, una trentina di teppisti incappucciati ha aggredito i calciatori pugliesi durante l'allenamento. Minacciati con mazze e coltelli, i giocatori sono stati picchiati con schiaffi e pugni: i più bersagliati Maurantonio, Stendardo e Altobello. Il tecnico Ciullo ha provato a fermare gli aggressori ed è stato a sua volta colpito. ''C'è bisogno di un gesto forte di tutto il sistema verso qualcosa che col sistema non ha nulla a che fare, ossia i violenti. Perché - aggiunge Calcagno - bisogna tutelare i calciatori: non è possibile avere paura di essere picchiato o minacciato di morte se hai perso una partita".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi