PESCARA

Pescara, Zeman per ora rifiuta

Non se la sente di entrare in corsa con situazione compromessa

Pescara, Zeman per ora rifiuta

PESCARA, 15 FEB - Doccia fredda ma non gelata. Zeman avrebbe detto no al Pescara, almeno per il momento. A giugno forse sì. Ma non sono da escludere colpi di scena nelle prossime ore. Questo l'esito della lunga giornata iniziata con l'incontro a Roma fra il presidente Daniele Sebastiani e il ds biancazzurro Peppino Pavone da una parte e Zdenek Zeman dall'altra. Il boemo non se l'è sentita di entrare in corsa a situazione compromessa e con una squadra distante dal suo modo di vedere il calcio. Le parti si rivedranno a giugno quando il Pescara tornerà alla carica. Il presidente biancazzurro, preso atto del no almeno momentaneo del boemo, starebbe pensando alla soluzione Zauri fino a giugno. Le alternative, che non trovano grandissimo credito, sono quelle di Liverani e Mandorlini. Intanto la squadra oggi ha svolto la seduta di allenamento al Poggio degli Ulivi. Bahebeck ha subito un nuovo trauma al soleo del polpaccio sinistro, per l'ex Psg almeno una settimana di stop. È tornato invece in gruppo Alberto Gilardino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Migliora Gemma Amendolia

Migliora Gemma Amendolia

di Antonio Sangiorgi