ROMA

Colombia: Chapecoense, morto pure Danilo

Deceduto in ospedale, era fra i superstiti. Trovato vivo Neto

Colombia: Chapecoense, morto pure Danilo

ROMA, 29 NOV - Uno dei superstiti della tragedia aerea della scorsa notte in Colombia, il portiere del Chapecoense Danilo è morto in ospedale. Lo rendono noto i media colombiani. Il numero totale dei sopravvissuti torna quindi a 5, dopo che fra i rottami dell'aereo era stato trovato vivo Helio Zampier Neto, altro difensore della squadra brasiliana. Con lui ci sono i giocatori Alan Ruschel e Jakson Follmann, il giornalista Rafael Henzel e la commissaria di bordo Ximena Suarez. Si è poi appreso che tra le vittime del Chapecoense c'è anche il 32enne Filipe Machado, difensore della Salernitana nel 2009/'10 in Serie B. Mentre si sono salvati, perché non convocati, Claudio Winck, lo scorso anno al Verona, e l'argentino Alejandro Martinuccio. Il responsabile dell'Agenzia per l'aviazione civile colombiana Alfredo Bocanegra, intanto, ha riferito la testimonianza di un'assistente di volo secondo cui l'aereo sarebbe rimasto a secco di carburante. Ufficialmente, però, come causa della sciagura si parla ancora di guasto elettrico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi