ROMA

Tifosi Crotone, non si giochi a Pescara

Proposta al Consiglio comunale, meglio piuttosto a porte chiuse

Tifosi Crotone, non si giochi a Pescara

ROMA, 30 LUG - Giocare anche a porte chiuse, ma a Crotone e non a Pescara: è la proposta che il consigliere comunale Pisano Pagliaroli ha rivolto al Consiglio comunale di Crotone, facendosi portavoce delle richieste della tifoseria organizzata, e che è giunta nel corso della seduta in cui si è approvato l'impegno del Comune ad ottemperare alle prescrizioni della Soprintendenza archeologica per l'ampliamento dello stadio Ezio Scida. Alla seduta era presente anche un folto numero di ultras della curva Sud. La proposta nasce dal fatto che, per i ritardi nei lavori di ammodernamento dello stadio, sono a rischio le gare interne del Crotone: la prima, il 28 agosto con il Genoa, è già dato per certo che si disputerà a Pescara. Ma c'è anche una questione di sicurezza. "Oltre ai chilometri che separano le due città - ha spiegato Pagliaroli - i rapporti tra le tifoserie di Crotone e Pescara non fanno presagire gemellaggi". La sfida dell'ottobre scorso fra le due squadre, ha ricordato il consigliere, fu considerata ad alto rischio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Acciuffata la coppia killer

Acciuffata la coppia killer

di Vinicio Leonetti