ROMA

Galliani, dispiace disaccordo su Brocchi

L'ad del Milan, decisione non popolare ma che crediamo giusta

Galliani, dispiace disaccordo su Brocchi

ROMA, 13 APR - "È stato valutato l'ultimo periodo, dalla sconfitta con il Sassuolo in poi, e si è arrivati a questa decisione. Dispiace che non ci sia il consenso, ma chi gestisce la società ha il dovere, più che il diritto, di prendere decisioni: e noi siamo convinti che questa decisione non popolarissima possa fare bene al Milan". Così l'ad rossonero Adriano Galliani ha spiegato la sostituzione di Sinisa Mihajlovic con Cristian Brocchi. Il dirigente, quindi, ha risposto a una domanda sul proprio futuro: "I manager vengono nominati dagli azionisti. Per quanto mi riguarda, mi sento benissimo e in forma, ma a scegliere è la proprietà. Io faccio il mio lavoro, con l'impegno e la determinazione di sempre. Alla Apple, la società che più capitalizza, sono gli azionisti che decidono gli amministratori delegati. Il mio futuro, come da 30 anni a questa parte, è nelle mani di Fininvest. La trattativa con i cinesi? Che ci sia o meno, è fatta ad un livello più alto: non riguarda chi gestisce il Milan, ma la proprietà".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando