ROMA

Inter replica, Bolingbroke non indagato

Precisazione dopo le irregolarità nel cantiere alla Pinetina

Inter replica, Bolingbroke non indagato

ROMA, 28 FEB - L'Inter, in una nota in relazione all'articolo pubblicato dalla "Provincia" sulle irregolarità riscontrate durante un controllo dei carabinieri nel cantiere per la costruzione del nuovo spogliatoio della prima squadra e della Primavera, contesta la ricostruzione dei media. "Ad Appiano Gentile - vi si legge - sono stati fatti dei normali e consueti controlli dei carabinieri dell'Ispettorato del lavoro di Como. Le uniche irregolarità contestate sono di carattere tecnico-amministrativo e non di merito. Questo è dimostrato dal fatto che il cantiere non è stato sospeso, né tantomeno sequestrato. La normale prassi prevede che venga eseguita una notifica al legale rappresentante (nel caso dell'Inter Michael Bolingbroke) e al responsabile dei lavori (Mauro Ferrara). Ricevere una notifica non significa che una persona è indagata. Ad oggi l'Inter ha già concluso tutto l'aggiornamento e l'adeguamento della burocrazia e il procedimento è già archiviato. Il club ha dovuto pagare una semplice ammenda di circa 500 euro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Omicidio ad Asti,  vibonesi in carcere

Omicidio ad Asti,
vibonesi in carcere

di Marialucia Conistabile