Istat

La disoccupazione giovanile sale di 7,8 punti in 4 anni

Tra il 2008 e il 2011 il tasso di disoccupazione dei giovani under 24 è aumentato di 7,8 punti percentuali.

La disoccupazione giovanile sale di 7,8 punti in 4 anni

Tra il 2008 e il 2011 il tasso di disoccupazione dei giovani under 24 è aumentato di 7,8 punti percentuali.

E' quanto si evince dalle tabelle contenute nel rapporto annuale dell'Istat. Il tasso di disoccupazione nella fascia tra i 15 e i 24 anni, in quattro anni, e' passato dal 21,3% al 29,1% mentre il tasso di disoccupazione totale e' salito dal 6,7% del 2008 all'8,4% nel 2010 e 2011. La quota dei 'Neet', cioe' i giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano, e' passata dal 19,3% del 2008 al 22,7% del 2011.
I Neet stranieri sono arrivati al 32,8% lo scorso anno dal 28,3% del 2008. Il tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni e' sceso in quattro anni dal 58,7% al 56,9%. Il tasso di disoccupazione di lunga durata, cioe' di 12 mesi e oltre, e' salito dal 3% del 2008 al 4,3% del 2011. In crescita anche il tasso di inattivita' tra i 15 e i 64 anni: e' arrivato al 37,8% dal 37%. In calo la percentuale di coloro che passano dal lavoro atipico a quello standard nel corso di un anno: nel 2008 era al 29,2% ed e' arrivata al 23,4%. Il peso delle unita' di lavoro non regolari sul totale e' passato dall'11,8% al 12,2%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi