Serie D

Cocente sconfitta al S.Vito,
i lupi battuti dal Montalto

La squadra rossoblu chiamata a rivedere assetti e tattica dopo la nuova sconfitta. Bruciano le tre reti incassate in casa ad opera di un Montalto brioso e brillante.

partita Cosenza-Montalto

partita Cosenza-Montalto

Amarezza, delusione, rabbia. I sentimenti che aleggiano tra i tifosi del Cosenza Calcio dopo la nuova, cocente sconfitta. Questa volta a rendere ancora più amara la pillola, il fatto che i lupi siano stati ampiamente sopraffatti in casa, in un San Vito peraltro che vedeva oltre 4 mila tifosi sugli spalti, dai cugini del Montalto Uffugo, neo promossa in serie D. Un derby dominato dalla squadra di Mister Giugno che è riuscito a mandare in confusione un Cosenza apparso privo di idee e reazione. Doveva essere la partita del riscatto dopo la cocente sconfitta rimediata domenica scorsa a Messina, ma i rossoblu non sono riusciti nell’obiettivo anche se l’inizio partita prometteva bene. Il Montalto, andato a rete con la matricola Iannelli che ha firmato una doppietta,  al 19’ del primo tempo e al 5’ del secondo tempo e con Zangaro che ha di fatto chiuso la partita al 13’ della ripresa,  ha meritato la vittoria. Incontenibile la soddisfazione dei giocatori, dello staff tecnico, della dirigenza e soprattutto dei tifosi. Rammarico tra le fila rossoblu per il rigore mancato da Mosciaro che avrebbe potuto riaprire i giochi e per l’espulsione di Parenti che ha lasciato la squadra in dieci dopo neanche 20 minuti di gioco. Mister Gagliardi dovrà mettersi all'opera per recuperare le due debacles consecutive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi