Cerca nel sito:

cronaca

Agguato di Spadafora:
inflitte tre condanne

19/02/2014

La spedizione punitiva del febbraio 2012 contro i fratelli Giorgianni nel centro tirrenico finita con la morte di uno dei componenti del commando, il 36enne Domenico Santapaola. I giudici: non tentato omicidio ma lesioni. Decise quindi pene più “leggere” per Verdura, Cardia e Di Blasi

Agguato di Spadafora: 
inflitte tre condanne

  Ieri il collegio presieduto dal giudice Mario Samperi dopo una lunga camera di consiglio conclusasi solo intorno alle 19, ha condannato Rosario Verdura, 33 anni, di Venetico, Antonino Cardia, 31 anni, di Torregrotta, e Lorenzo Di Blasi, 22 anni, di Messina, ovvero i componenti del gruppo di fuoco incaricato della missione di morte nei confronti del vigilantes spadaforese. La pena più severa è stata decisa per Verdura e Cardia, condannati a 4 anni e 6 mesi di reclusione più 10.000 euro di multa, mentre per Di Blasi è stata decisa la pena di 3 anni e 10 mesi di reclusione con 8.000 euro di multa. I giudici hanno disposto inoltre per tutti e tre l’interdizione per cinque anni dai pubblici uffici, e il risarcimento in via definitiva di 50.000 euro in favore delle parti civili, oltre al risarcimento per le spese legali sostenute. Condanne molto più severe (una pena di 11 anni e 4 mesi di reclusione), aveva richiesto l’accusa, ieri c’era il pm Alessia Giorgianni, che aveva contestato ai tre l’ipotesi molto più grave del duplice tentato omicidio.