Cerca nel sito:

messina

Cantieri servizi,
le domande da oggi

11/02/2014

Al via da oggi e sino alle 12.30 del 13 marzo i termini per la presentazione delle domande per l’accesso ai cantieri di servizio che saranno attivati nei prossimi mesi. Le domande potranno essere compilate negli uffici dei CAF o on line da casa

Cantieri servizi,
le domande da oggi

Le domande per essere impiegati nei cantieri di servizio possono essere presentate da cittadini italiani e stranieri, dai 18 ai 65 anni non compiuti,  che siano residenti da almeno 6 mesi nel comune di Messina e siano  in possesso del documento di immediata disponibilità al lavoro rilasciato dall’agenzia per l’impiego. Fra i requisiti principali il  reddito mensile inferiore o pari a 442 euro e 30centesimi, incrementato per i componenti del nucleo familiare. Le domande per essere inseriti nella graduatoria  potranno essere presentate da domani sino alle 12.30 del 13 marzo, nelle sedi delle 6 circoscrizioni o all’ufficio relazioni con il pubblico di Palazzo Zanca. Le istanze possono essere compilate nelle 19 sedi dei Caf che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con il comune o anche on line da casa, attraverso il sito www.comune.messina.it, ma devono essere comunque stampate e firmate e quindi consegnate brevi manu.  Dopo il 13 marzo, sarà stilata la graduatoria provvisoria che sarà pubblicata per 15 giorni per eventuali segnalazioni, modifiche o ricorsi.  In base a pari situazione reddituale, avranno la precedenza le domande in cui risulti il maggior carico familiare, i nuclei con a carico figli minori o con handicap. Per la verifica delle dichiarazioni saranno effettuati controlli a campione e incrociati con l’agenzia delle entrate, il catasto, l’inps, e l’agenzia per l’impiego, ma prima di tutto  con l’anagrafica comunale.  Ancora non si ha certezza di quanti dei 26 progetti presentati dalla giunta messinese saranno approvati, certo è che la Regione ha stanziato 2 milioni e 300 mila euro. Impossibile ancora fare una stima di quante persone effettivamente potranno essere  impiegate nei tre mesi previsti dalla legge e che saranno replicati quattro volte. Operativamente saranno impiegate   nell’ambito dei servizi sociali, della mobilità, della cultura, dell’ambiente  e della manutenzione dell’arredo urbano dopo un breve periodo di orientamento e lo stipendio sarà variabile in base alla  situazione reddituale.