Cerca nel sito:

Messina

Altri tre anni per gli
imbarcaderi della Rada

06/06/2013

Il Tavolo tecnico-istituzionale coordinato dall’Autorità portuale ha deciso il rinnovo, anche per i Tir, ma con limiti e controlli.

Altri tre anni per gli 
imbarcaderi della Rada

Un bando europeo e tre anni di durata: sono gli elementi chiave della nuova concessione che entro il 15 settembre sarà aggiudicata dall’Autorità portuale per gli imbarcaderi della Rada San Francesco mantenendo il traghettamento di auto e, a date condizioni, dei tir diretti a Villa, nel cuore di Messina. Ecco la scelta compiuta ieri sera dal Tavolo tecnico- istituzionale dell’Authority. La città vive un momento difficile, con il ritorno dell’emergenza tir, causato dal dimezzamento degli approdi. L’attraversamento dei viali Boccetta e Libertà ha prodotto un quadro quasi drammatico in termini di traffico e qualità della vita. Si è raggiunta nel 2012 la percentuale del 76 per cento di tir imbarcati e sbarcati alla Rada. Alla fine il Tavolo è giunto alla conclusione che il rinnovo della concessione, anche per i tir, fosse inevitabile, ma ha messo il paletto dei 3 anni e previsto la videosorveglianza per scongiurare qualsiasi abuso.