Migranti: Ue, non spetta a noi valutazione vicenda Asso 28

Migranti: Ue, non spetta a noi valutazione vicenda Asso 28

BRUXELLES - "Siamo in contatto con le autorità italiane, ma trattandosi di una questione di legge internazionale, non sta alla Commissione Ue valutarne le circostanze". Così un portavoce dell'esecutivo comunitario sulla vicenda della Asso 28, ricordando che "tutte le imbarcazioni che battono bandiera" di un Paese Ue, "parte di operazioni dell'Unione o meno, devono rispettare il principio di non respingimento contenuto nella legge Ue e internazionale". D'altra parte, osservano le fonti, l'operazione di salvataggio è avvenuta in acque territoriali libiche, ha coinvolto un'imbarcazione commerciale, la Asso 28, che lavora sotto contratto con le autorità libiche, ad una piattaforma petrolifera di fronte alla Libia. Inoltre l'operazione è stata condotta dalle autorità libiche e nessuna autorità Ue è stata coinvolta. Risulta infine che nel contratto con le autorità libiche sia indicato che tutti gli asset che operano nel quadro commerciale legato alla piattaforma offshore, debbano rispettare tutte le leggi ed i regolamenti libici. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi