Siria: Tajani, unità in Ue, errore andare ordine sparso

Siria: Tajani, unità in Ue, errore andare ordine sparso

STRASBURGO - "Dobbiamo agire con maggiore determinazione per perseguire la pace e la stabilità nell'area mediorientale e mediterranea, attraverso il dialogo e la diplomazia, con un pieno coinvolgimento delle Nazioni Unite. Per questo, è indispensabile una forte unità europea. Andare in ordine sparso sarebbe un grave errore". Così il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani aprendo la sessione plenaria a Strasburgo con un discorso sulla Siria.

 

Sulla Siria "tutti i gruppi politici del Parlamento europeo chiedono un'iniziativa politica e diplomatica, forte dell'Europa. Mi auguro che l'attacco che c'è stato sia l'ultimo e che prevalga l'intelligenza e la voglia di dialogare da parte di tutti, a cominciare dalle grandi potenze che hanno grandi responsabilità ma anche dalle potenze locali". Così ha continuato il presidente del Parlamento europeo. "L'Iran, la Turchia e l'Arabia Saudita devono fare la loro parte", ha aggiunto Tajani.

 

"Oggi il Parlamento deve ribadire in maniera forte e chiara che l'uso delle armi chimiche è inaccettabile e rappresenta una linea rossa che non può essere superata impunemente", ha ancora affermato in apertura di plenaria il presidente dell'Europarlamento, a cui ha chiesto di inviare un "messaggio forte".

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi