Reggio

Nasce la "rete" dei Licei artistici dello Stretto

L'obiettivo dell'accordo è lo scambio di esperienze didattiche e professionali e la creazione di momenti di incontro tra studenti e docenti

Sette Licei artistici dei territori metropolitani di Reggio Calabria e Messina fanno “rete” per creare una concreta sinergia tra le scuole attraverso lo scambio di esperienze didattiche e professionali e momenti di incontro tra studenti e docenti, rilanciando in particolare la "formazione artistica quale strumento di sviluppo sostenibile dei territori".

A Reggio stamane l'atto di nascita della rete dei Licei artistici dell'Area metropolitana dello Stretto. Per l'occasione a Palazzo San Giorgio sono stati presenti – anche non contemporaneamente per via delle rispettive agende dense di impegni - i sindaci di Reggio Giuseppe Falcomatà e di Messina Renato Accorinti, i rispettivi assessori alla mobilità Giuseppe Marino e Gaetano Cacciola, i dirigenti scolastici dei Licei coinvolti: “Preti-Frangipane” di Reggio, “Basile” di Messina, “Guerrisi” di Palmi, “Geraci” di Cittanova, “Panetta” di Locri - “Pitagora” di Siderno, “Guttuso” di Milazzo e Spatafora, “Piccolo” di Capo d'Orlando
Tra le finalità dell'accordo, anche la possibilità di partecipare come Rete a manifestazioni di interesse comune, a progetti Erasmus e ai bandi europei.

Forte il messaggio lanciato con la creazione di questa “rete” nel segno di quel più vasto progetto di creazione di un'area integrata dello Stretto: nessuna competizione tra i licei coinvolti nel programma bensì la capacità di fare veramente squadra per competere al meglio con le altre : i nostri Licei artistici - ha affermato il sindaco di Reggio Falcomatà - non sono in competizione tra loro, ma devono saper fare squadra per competere al meglio con gli altri licei d'Italia in un panorama assai più ampio che ha come orizzonte l'intera Europa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi