Arcina di San Lorenzo

Sub 31enne muore nel Reggino

Un appassionato, ed esperto, di pesca subacquea, Francesco Calabrò, 31 anni, originario di Motta San Giovanni ma residente a Reggio, ha perso oggi la vita durante un'immersione nelle acque di Arcina di San Lorenzo. Per cause ancora da accertare sarebbe rimasto bloccato sott’acqua a poche decine di metri dalla battigia. A recuperare il corpo ormai privo di vita, dopo un pomeriggio di ricerche, sono stati sommozzatori dei Vigili del fuoco che hanno scandagliato per diverse ore la zona. L'allarme, infatti, era stato lanciato intorno alle 13 dai familiari preoccupati per il mancato rientro del loro congiunto. Oltre ai sommozzatori dei Vigili del fuoco a partecipare alle ricerche sono stati anche i militari della Guardia costiera di Reggio Calabria e i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo. A indirizzare le ricerche in quello specchio di mare – che l'uomo sembra frequentasse con una certa regolarità – è stato anche il ritrovamento ai margini della Strada statale 106 della sua auto in sosta. Poco prima che calasse completamente il sole i sommozzatori sono riusciti a localizzare e recuperare il corpo dello sfortunato sub.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi