MESSINA

Sedotto, abbandonato e...rapinato

Abbracci, carezze e parole dolci profuse in abbondanza all’interno dell’esercizio commerciale dell’anziano uomo che di lì a poco si sarebbe trovato senza la collana d’oro portata al collo: questa la tecnica usata per mettere a segno il colpo da due rumene

Sedotto ed abbandonato ma non prima di avergli sottratto la collana d’oro portata al collo: è questo quello che accadeva ieri mattina nei pressi della chiesa di San Giacomo.
La vittima un anziano messinese, le autrici del fatto due rumene identificate dagli operatori delle violanti della Questura di Messina, intervenuti sul posto, in Balteanu Marinela di anni 26 e Alecsandru Ana Maria di anni 25.
Abbracci, carezze e parole dolci profuse in abbondanza all’interno dell’esercizio commerciale dell’anziano uomo che di lì a poco si sarebbe trovato senza la collana d’oro portata al collo: questa la tecnica usata per mettere a segno il colpo.
Le donne si sono già date alla fuga quando l’uomo prende consapevolezza delle loro reali intenzioni ma non si perde d’animo e a bordo del proprio motorino le insegue.
Riesce a bloccarle non senza difficoltà ricevendo, oltre che insulti, calci e pugni.
Vano il tentativo delle due straniere di divincolarsi essendo frattanto accorsi gli operatori di polizia che, perlustrando la zona, trovano sotto un’autovettura, in sosta nel luogo dell’intervento, giusto la collana poco prima rubata e immediatamente riconosciuta dalla vittima come quella portata al collo.
La polizia pertanto procede all’arresto delle due rumene dandone tempestiva comunicazione all’A.G. che ne dispone la traduzione presso la casa circondariale di Gazzi in attesa di convalida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi