Messina

E i bambini diventano consumatori consapevoli

I risultati del “Progetto culturale di educazione alimentare” organizzato dall’Istituto Comprensivo Santa Margherita di Giampilieri Superiore e dall’Azienda Agricola “Nisinatura” di Fiumedinisi

Sono stati presentati oggi, presso l’Istituto Comprensivo Santa Margherita di Giampilieri Superiore (Messina), i risultati del “Progetto culturale di educazione alimentare 2016/2017” organizzato dall’Istituto Comprensivo e dall’Azienda Agricola “Nisinatura” di Fiumedinisi (Messina), nata con l’obiettivo di produrre e commercializzare prodotti agroalimentari tipici del territorio promuovendone la qualità e la stagionalità.

Il Progetto - finalizzato a far comprendere, sin dalla prima infanzia, l’importanza di una corretta alimentazione e di uno stile di vita sano - ha coinvolto oltre mille alunni della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria appartenenti ai 12 plessi dell’Istituto.

70 sono state le ore di lezione dedicate alla corretta lettura delle etichette alimentari, alla conoscenza del ciclo di vita di un alimento, dei prodotti tipici, del ruolo dell’agricoltore, dei diversi tipi di agricoltura e della stagionalità dei prodotti.

A tutte le classi coinvolte è stato consegnato il “Diploma di Consumatore Consapevole” per gli oltre 15 lavori realizzati. Nello specifico:

* La scuola dell’infanzia ha creato degli alberi con i frutti di stagione;

* La scuola primaria si è dedicata a delle ricerche sulle filiere (latte, olio, ortofrutta, carne, miele), sugli OGM, sui prodotti tipici del territorio e sullo studio delle etichette;

* La scuola secondaria, invece, ha recuperato alcune ricette tipiche della cucina messinese che verranno ora inserite in un calendario che sarà messo in vendita, il prossimo anno, a scopi benefici.

Numeroso anche il corpo docente dedicato al Progetto: Laura Tringali, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Santa Margherita; Maria Repici, Coordinatrice del “Progetto culturale di educazione alimentare - A.S. 2016/2017” per l’Istituto Comprensivo Santa Margherita; Franco Laimo, Angela Merlino, Angela Lo Gerfo del Gruppo di lavoro dell’Istituto Comprensivo Santa Margherita.


“L’Istituto crede fortemente in questo Progetto”, ha dichiarato la professoressa Laura Tringali, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Santa Margherita. “Nel corso delle lezioni, infatti, si è cercato di fornire ai ragazzi spunti utili e concreti per compiere, sin da piccoli, scelte alimentari consapevoli. Ciò che si apprende nell'età scolare costituirà, infatti, un bagaglio formativo fondamentale che accompagnerà i ragazzi nel corso della loro vita. Per questo, riteniamo che questo tipo di Progetti siano assolutamente necessari nelle scuole”. 

A questa dichiarazione ha fatto eco Giuseppe Piccolo, Fondatore dell’Azienda Agricola “Nisinatura”, che ha aggiunto: “Strutturare un Progetto con un occhio particolare al territorio, è stato per noi motivo di grande orgoglio. E’ importante che i ragazzi possano sentirsi parte di esso e conoscere fin da piccoli le tradizioni e i prodotti tipici che lo contraddistinguono. Il nostro territorio ha, infatti, una cultura agroalimentare tra le più importanti al mondo ed è necessario che le nuove generazioni ne siano consapevoli e siamo i primi ambasciatori della nostra terra”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi