Messina

I controlli nei luoghi della “movida”: nel bilancio anche due arrestati

L’attività dei carabinieri di venerdì notte. Napoletani, avevano rubato tre telefonini ai clienti di una discoteca

Continuano i controlli a tappeto dei carabinieri nel cuore della “movida” messinese. Un servizio che copre il centro città ma anche le discoteche e i locali della zona centro-sud. Il bilancio dell’attività di venerdì notte del Nucleo Radiomobile e della Compagnia di Messina Centro parla di due arresti, quattordici denunciati e di circa 30 grammi di droga sequestrata, tra marijuana e hashish. È solo l’ultimo dei controlli che il Comando provinciale dei carabinieri conduce ogni fine settimana. Dispiegate anche la stazione mobile dotata di etilometri, pattuglie e una squadra di supporto operativo, in grado di fronteggiare attacchi terroristici.

A finire in manette due napoletani che lavorano in un cantiere messinese. Si tratta di Nicola Gaudino, classe 1989, e Carmine Chiuso, classe 1977, già noti alle Forze dell’Ordine. I due sono stati beccati in una discoteca mentre rubavano tre telefonini direttamente dalle tasche di alcuni clienti del locale. Processati per direttissima, entrambi sono stati condannati a tre anni e quattro mesi di reclusione.

Per sei persone, poi, è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza e il ritiro della patente. Si tratta di 5 italiani e di un cittadino dello Sri Lanka, di età compresa tra i 22 e i 50 anni, sorpresi alla guida con un tasso alcoolemico che in alcuni casi ha sfiorato l’1,5 g/l, dunque ben oltre il tetto di 0,80 g/l.

E ancora, un ventenne messinese è stato denunciato per il rifiuto a sottoporsi agli accertamenti finalizzati a verificare l’assunzione di stupefacenti, nonostante ne presentasse i sintomi quando era stato fermato dai carabinieri alla guida della propria auto. Due, poi, i giovani denunciati per disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone. Si tratta di un 34enne e di un giovane di 24 anni, che giravano per la città con le rispettive auto diffondendo musica ad altissimo volume. Gli impianti stereo, estremamente potenti, sono stati sequestrati.

Ulteriori denunce per un 25enne di Messina perché beccato con un coltello lungo quasi 20 cm e un manganello artigianale da 40 cm; un sorvegliato speciale di 59 anni, in quanto non osservava le prescrizioni; e un 20enne di Messina per guida senza patente.

Due, infine, i denunciati per detenzione a fini di spaccio di marijuana, un 17enne e un 18enne. A questi si aggiungono sedici giovani segnalati e 30 grammi di droga sequestrati, soprattutto marijuana e hashish.(seb.casp.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Crolla una scala, muore 54enne

Crolla una scala, muore 54enne

di Emanuele Cammaroto