Terremoto

Sfratto 95 enne, Peppina lascia casetta in lacrime

Un centinaio di persone a Fiastra, ma tornerà

Giuseppa Fattori, 'Peppina', la terremotata di 95 anni, ha lasciato in lacrime la casetta di legno abusiva costruita per lei dai familiari in un terreno edificabile di sua proprietà nella frazione Moreggini a San Martino di Fiastra. Anche se sembra che sia slittato il sequestro della struttura disposto dalla Procura di Macerata in attesa del riesame, i familiari hanno preferito portarla a Castelfidardo (Ancona), a casa di una delle figlie.

 A salutare 'Peppina' un centinaio di persone, tra comitati dei terremotati, gente comune, ma anche esponenti di Forza Nuova, il capogruppo della Lega nord alla Regione Marche Sandro Zaffiri. Presenti anche una ventina di agenti, tra polizia e carabinieri e una pattuglia di rappresentanti dei media. "Oggi per me muore lo Stato" ha detto la figlia Agata, mentre Gabriella, che ospiterà 'Peppina', ha fatto presente che "noi non vogliamo andare contro lo Stato. A mia madre abbiamo promesso che la riporteremo qui il 7 ottobre per il suo anniversario di matrimonio".

Commenti all'articolo

  • felicerinorosel

    02 Ottobre 2017 - 05:05

    La legge va rispettata ma la proroga in questo specifico caso è dovuta.Parola di nonnoRino

    Rispondi

  • pinopippo

    pinopippo

    30 Settembre 2017 - 19:07

    Penso......una casa di legno costruita su un terreno di proprietà in emergenza terremoto...non si poteva trovare una via d'uscita....disaggi x una signora 95 anni...........si poteva lasciarla nella sua casa in attesa di rivedere il caso...era meglio cosi...che fare questa figura in nome della legalità..........................

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari