motta santa lucia

Incendiata una casa di proprietà del comune

Era stata acquistata per incrementare il turismo in un borgo che rischia lo spopolamento. Il sindaco indignato. Indagano i carabinieri.

Ignoti hanno incendiato una casa di proprietà del comune di Motta Santa Lucia, piccolo centro montano del Lametino, comprata dall'amministrazione comunale e destinata ai visitatori per incrementare il turismo in un borgo che rischia lo spopolamento. Il fatto è successo intorno alle 3 di questa mattina. Secondo una prima ricostruzione, i vandali hanno posto un copertone davanti al portone d'ingresso dello stabile e poi lo hanno incendiato. Ad accorgersi del fatto alcuni residenti della zona che si sono adoperati per spegnere il fuoco in attesa dell'arrivo dei vigili del fuoco. Ingenti i danni all'interno della casa, appena ristrutturata. "Di fronte a tante vite spezzate dal terremoto - ha affermato il sindaco di Motta Santa Lucia, avvocato Amedeo Colacino - mi vergogno pure a pubblicare la foto della distruzione di una casa comunale data alle fiamme, però sono atti che comunque vanno denunciati. Una casa messa in rete per i turisti, è chiaro che la cosa ha dato fastidio. Possiamo avere una crescita in Calabria? Con queste menti delinquenti e di sotto cultura? Io continuerò a lottare sempre nel mio piccolo, pur capendo che l'impresa è ardua. Questa è gente che deve solo marcire nelle patrie galere". Sull'episodio stanno indagando i carabinieri di Conflenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi