San Pietro Magisano

Paura in paese per un vasto incendio

Le fiamme partite da Taverna e si sono estese sino all'abitato del centro vicino

Sta ancora divampando, e sta provocando paura tra gli abitanti del paese, l'incendio che si è sviluppato a San Pietro a Magisano, un centro della Presila Catanzarese. Le fiamme, che hanno avuto origine stamattina nel vecchio centro di Taverna, si sono via via estese, raggiungendo l'abitato di San Pietro a Magisano ed un fronte di un chilometro e mezzo. Sul posto stanno operando due canadair della Protezione civile, insieme a personale dei vigili del fuoco e del Corpo forestale che stanno tenendo sotto controllo le fiamme, anche se l'incendio, alimentato anche dal vento, non è stato ancora completamente spento. Alle operazioni di spegnimento stanno collaborando anche alcuni abitanti del paese, che si adoperano con tutti i mezzi per fare fronte all'incendio.  Il momento più critico, secondo quanto riferito dalla Protezione civile regionale, che sta coordinando gli interventi, é stato superato, ma la situazione è oggetto ancora della massima attenzione per superare definitivamente l'emergenza.

L'incendio ha anche danneggiato il campanile del santuario della Madonna della Luce, ubicato nel centro del paese.  Il parroco, don Simone Marchese, nel timore che le fiamme invadessero la chiesa, ha portato fuori dal santuario, insieme ad un gruppo di cittadini ed ai vigili del fuoco, le statue della Madonna e dei santi. Le statue sono state trasferite in un locale adiacente la chiesa messo a disposizione da un privato.
Le fiamme si sono estese alla frazione Vincolise, che si trova a monte di San Pietro a Magisano, minacciando anche il cimitero. Nel 2000 a San Pietro a Magistano un altro incendio aveva danneggiato alcune case. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi