Scuola

Occupazione anche
all'Archimede

Occupato anche il liceo scientifico, 24 ore dopo gli istituti classici Maurolico e La Farina. In queste scuole sono cominciate alcune attività promosse dal comitato studentesco per promuovere fra gli studenti momenti di riflessione e di confronto. I ragazzi hanno deciso di fare sentire la propria voce per garantire il loro futuro diritto allo studio e per chiedere maggiori tutele al governo nazionale e regionale.

Guarda la foto gallery di A. Villari

 "Non abbiamo cominciato le vacanze natalizie in anticipo, se così fosse l’occupazione sarebbe scattata dopo. Mai come  in questo momento invece la scuola, intesa come istituzione, va difesa e tutelata perché non può essere trasformata come il governo vorrebbe in un’azienda". Anche da Messina città ultima in tanti sensi può partire un messaggio significativo, gli studenti aderiscono alla protesta nazionale per chiedere compatti una scuola migliore .E’ questo il  segnale lanciato  dagli studenti del liceo classico Maurolico che oggi hanno iniziato alcune attività per fare dell’occupazione scolastica un momento di riflessione e di confronto.Al mattino si tengono dibattiti, il pomeriggio attività sportive, la notte l’istituto viene presidiato dagli stessi studenti. Il Maurolico non faceva occupazione da due anni, dunque hanno aggiunto i rappresentanti degli studenti, non è un modo per non fare scuola. La partecipazione è buona ed a quanto pare anche nelle altre scuole si registra una buona partecipazione.Non è casuale poi che l’iniziativa sia partita proprio dai licei classici, che chiedono più tutele per la cultura umanistica.Nelle ultime ore anche altri istituti in provincia hanno iniziato l’occupazione. Anche quest’anno  i movimenti studenteschi stanno facendo sentire la propria voce, bisogna vedere come l’ascolteranno le istituzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi